Referendum 12-13 Giugno 2011

Pagina 2 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  bender il Mar Mag 03, 2011 8:11 am

maynard k33NAN ha scritto:

non riesco a credere che possa piacervi una centrale nucleare. Lavoro non ne porta

Ehhhhhh, e Homer, Carl, Lenny e il sig. Smithers dove lavorano????
avatar
bender
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 3158
Data d'iscrizione : 15.06.08
Età : 41
Località : Andria - Bari

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  maynard k33NAN il Mer Mag 04, 2011 6:46 pm

bender ha scritto:
maynard k33NAN ha scritto:

non riesco a credere che possa piacervi una centrale nucleare. Lavoro non ne porta

Ehhhhhh, e Homer, Carl, Lenny e il sig. Smithers dove lavorano????

I Simpson sono una critica a quel sistema di cose...
avatar
maynard k33NAN
Primo Ufficiale
Primo Ufficiale

Numero di messaggi : 935
Data d'iscrizione : 24.08.08
Località : Andria

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  In The Main il Ven Mag 13, 2011 4:24 pm

Referendum nucleare: “I pazzi siete voi” se non votate

Rinchiusi contro il nucleare “Così dopo un incidente”. Sigillati in un ‘bunker’, niente cibi freschi e solo internet per comunicare: l’iniziativa di quattro ragazzi, sostenuti da Greenpeace, a 30 giorni dal referendum. “Pazzo è chi vuole le centrali nel nostro paese”

E se ci fosse un incidente nucleare in Italia? È la domanda a cui vogliono rispondere quattro ragazzi che si chiuderanno da oggi per un mese (fino al referendum del 12-13 giugno) in una casa, applicando alla lettera il protocollo di radioprotezione: sigillati, niente cibi freschi, solo acqua in bottiglia e internet per comunicare con l’esterno. L’iniziativa di Giorgio, Alessandra, Pierpaolo e Luca nasce per dire No al nucleare – e quindi convincere gli italiani a votare Sì al referendum – ed è appoggiata da Greenpeace. La vita nel bunker sarà trasmessa 24 ore su 24 su internet e i ragazzi affideranno al web – via facebook, twitter e sul sito dell’iniziativa – dei videomessaggi sulla vita da reclusi e sui rischi del nucleare. Pazzi? Assolutamente no. “I pazzi siete voi” è appunto il titolo della campagna: “I pazzi siete voi – spiegano gli ideatori – se non andate a votare Sì il 12 e 13 giugno; i pazzi sono quelli che vogliono portare il nucleare nel nostro paese“.

Per un mese vivranno chiusi in una casa come al Grande Fratello, ma non sarà affatto un reality: nel bunker avverrà più che altro un esperimento di realtà alternativa, un modo per far vedere quali sarebbero le conseguenza di un disastro nucleare come Chernobyl o Fukushima sul nostro territorio. Il protocollo di radioprotezione prevede che, in caso di incidente con emissione di radiazioni, la popolazione segua una serie di precauzioni. La prima è barricarsi in un luogo chiuso, sigillando porte e finestre. Ovviamente vanno spenti tutti i sistemi di ventilazione e condizionamento, in attesa di istruzione delle autorità. C’è poi il problema dell’alimentazione: da evitare cibi freschi, come vegetali a foglia larga, latte, formaggi, carne e pesce. Così i quattro ‘pazzi’ prima di barricarsi hanno fatto la scorta di pasta, biscotti, cibi in scatola e acqua in bottiglia. Perché è da evitare anche l’acqua potabile.

Un referendum in forse. L’iniziativa si concluderà il 12 giugno, giorno in cui sono previsti i voti referendari su nucleare, su acqua pubblica e su legittimo impedimento. Ma il voto sul nucleare è in dubbio, visto che il governo ha deciso una moratoria sul nucleare dopo l’incidente in Giappone.

“La protesta – spiega Salvatore Barbera, responsabile della campagna nucleare di Greenpeace – inizierà anche se ancora non sappiamo se il referendum ci sarà o meno. Sappiamo però che c’è un enorme disinformazione e se si voterà dobbiamo convincere 27 milioni di italiani ad andare alle urne e scegliere il Sì”.

La protesta ‘I pazzi siete voi’ è un modo per sfruttare le nuove tecnologie e il web, usando un linguaggio diverso da quello tipico di Greenpeace: “Quando i ragazzi – continua Barbera – hanno pensato questo progetto e ce l’hanno proposto, a noi è sembrata un’idea molto interessante. E’ diversa dalle altre campagne che facciamo noi, ma volevamo sfruttare linguaggi più moderni e giovani”. Un mese che sarà un countdown alla rovescia, in attesa di un voto che potrebbe bloccare una volta per tutte le aspirazioni nucleari del governo. (Alessio Sgherza, LaRepubblica)

12 mag 2011redazione 9online.it
avatar
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2026
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  dj_miki il Ven Mag 13, 2011 5:21 pm

il nucleare va eliminato dal mondo intero, non solo dall'Italia...l'uomo è l'unico essere vivente che inventò un arma per autodistrugersi

_________________
chi si accontenta gode, chi gode non si accontenta maiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
avatar
dj_miki
Admin
Admin

Numero di messaggi : 3556
Data d'iscrizione : 22.04.09
Località : ANDRIA

Visualizza il profilo dell'utente http://www.futsalandria.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Prossimo Referendum

Messaggio  NEW BLU GENERATION il Ven Mag 13, 2011 8:49 pm

dj_miki ha scritto:il nucleare va eliminato dal mondo intero, non solo dall'Italia...l'uomo è l'unico essere vivente che inventò un arma per autodistrugersi

Quoto.
avatar
NEW BLU GENERATION
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2531
Data d'iscrizione : 10.08.09
Età : 39
Località : ANDRIA (AD)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  In The Main il Mar Mag 17, 2011 10:19 am

Niente spot e nessun tabellone per le pubbliche affissioni
"Un silenzio imbarazzante: bavaglio alla democrazia?"


Rossella Miracapillo, per il Comitato cittadino "Acqua Bene Comune" denuncia la mancanza di spot e affissioni pubbliche in merito al referendum del 12 e 13 giugno:

"Assistiamo in questi giorni a un silenzio imbarazzante a proposito dei temi dell’imminente Referendum.
Ricordiamo infatti a tutti che il 12 e 13 Giugno gli italiani sono chiamati a votare su due importantissimi referendum che riguardano il nostro ambiente.

Il Primo con due domande, a proposito dell’ Acqua. Il Secondo, a proposito del Nucleare.

La legge, e la Costituzione Italiana, impongono a tutti i cittadini il diritto a essere informati. E così Rai e TV private, sono obbligate ad attenersi ad un regolamento che garantisca la libera espressione da parte dei comitati a favore e contro i referendum. Ma a prescindere dalle idee promosse, i cittadini devono essere informati sia in video che a mezzo affissioni pubbliche.

La Rai ha sbloccato solo recentemente la situazione adottando un regolamento che consentisse la messa in onda di spot a favore del voto. Tuttavia, questi spot non li ha visti ancora nessuno. Come mai? Semplice: si boicotta l’adesione al voto mettendo in onda questi spot in orari di bassa utenza e fatti così male da rendere incomprensibile i messaggi.

E che dire poi delle affissioni nelle pubbliche piazze?

Anche qui boicottaggio a tutto spiano: a meno di un mese dal voto pochi comuni hanno posizionato i tabelloni con spazi dedicati ai vari comitati.

Il Comitato Andriese denuncia tale carenza nella nostra città: il tabellone, anche vuoto, comunica l’imminenza della votazione. Ma questo non sarebbe possibile, perché il Comitato per il SI di Andria ( Si alla abolizione della profitto sull’acqua, SI all’acqua Pubblica e SI all’Italia fuori dal Nucleare) è pronto già a fare affissioni. E se ciò non fosse reso agevole in pochissimi giorni, è già pronta la denuncia al prefetto per l’odioso ritardo".

andrialive.it
avatar
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2026
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  In The Main il Mar Mag 17, 2011 10:28 am

Referendum 12 e 13 giugno: vota SI per dire NO

Siccome il governo non ha molto interesse a discutere del referendum che si terrà in giugno visto che il referendum stesso è stato pensato per cancellare le norme che riguardano il nucleare, la privatizzazione dell’acqua ed il legittimo impedimento pensati proprio governo, trovo giusto fare un po’ di informazione e di chiarezza.
Come dice il mio amico Claudio Gagliardini sulla sua pagina Facebook il referendum del 12-13 giugno 2011 è un referendum ABROGATIVO (si vogliono cioè sopprimere delle leggi ingiuste approvate dal Parlamento). Dunque, vota SI se vuoi:

- eliminare la legge sul ritorno dell’energia nucleare in Italia
- cancellare il decreto sulla privatizzazione dell’acqua
- sbarazzarti del legittimo impedimento

Vi ricordo che il referendum passa se viene raggiunto il quorum. E’ necessario che vadano a votare almeno 25 milioni di persone e quindi ricordate che un’astensione pesa quanto un NO, paradossale situazione che impone a tutti noi di ANDARE a votare.
Andateci, qualunque cosa vogliate votare, ma non fatevi derubare del diritto di decidere.

E se andate al mare, spero piova.


rudybandiera.com
avatar
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2026
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  In The Main il Mar Mag 17, 2011 10:44 am

Poca informazione su referendum

In seguito ad una insufficiente campagna di informazione nazionale sul referendum popolare previsto per il 12 e 13 giugno prossimo, sono ancora tanti i dubbi a riguardo; «Presenteremo un esposto in procura nei confronti della mancata approvazione del Regolamento d'attuazione della par condicio sui referendum del 12 e 13 giugno». Lo dichiara il presidente nazionale dei Verdi Angelo Bonelli che aggiunge: «L'assenza di informazioni e la censura sui referendum di giugno stanno diventando un vero e proprio crimine che va di pari passo con il tentativo del governo di rubare ai cittadini il diritto democratico a votare ai referendum contro il nucleare e l'acqua».
«E' ormai chiaro ed evidente che si vuole imporre il silenzio sui referendum di giugno - conclude Bonelli -. Si tratta di una situazione inaccettabile contro cui chiediamo che intervenga l'autorità giudiziaria: anche la censura mediatica è un elemento dell'esproprio di democrazia che si sta compiendo sui referendum che il governo vuole affossare ad ogni costo».


sky906.it
avatar
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2026
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  blueandria il Mar Mag 17, 2011 3:04 pm

Andate a votare! Non è normale che già si voti al 50-60% degli aventi diritto nelle amministrative,immaginiamo su questioni che riguardano il bene di tutti!!!
avatar
blueandria
Primo Ufficiale
Primo Ufficiale

Numero di messaggi : 949
Data d'iscrizione : 24.08.08
Età : 31
Località : Andria, via "dalle palle i mercenari!"

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  In The Main il Mer Mag 18, 2011 8:42 am





avatar
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2026
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  In The Main il Mer Mag 18, 2011 8:45 am







Ultima modifica di In The Main il Mer Mag 18, 2011 8:54 am, modificato 1 volta
avatar
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2026
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  In The Main il Mer Mag 18, 2011 8:52 am

Centrali tedesche non sicure contro incidenti aerei

Nessuno dei 17 impianti nucleari tedeschi riuscirebbe a resistere all’impatto di un aereo di grandi dimensioni in caso di un eventuale incidente: e’ quanto emerge dal rapporto della Commissione sulla sicurezza dei reattori in Germania (Rsk) presentato oggi a Berlino dal ministro dell’Ambiente, Norbert Roettgen.
Il documento, frutto del lavoro di sei settimane da parte della Commissione voluta dalla cancelliera Angela Merkel, indica inoltre che i sette impianti piu’ vecchi del paese non sono protetti nemmeno contro l’eventuale impatto di aerei di dimensioni piu’ piccole, o lo sono in modo insufficiente.

(Fonte ANSA) - fermiamoilnucleare.it
avatar
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2026
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  NEW BLU GENERATION il Mer Mag 18, 2011 8:30 pm

In The Main ha scritto:Centrali tedesche non sicure contro incidenti aerei

Nessuno dei 17 impianti nucleari tedeschi riuscirebbe a resistere all’impatto di un aereo di grandi dimensioni in caso di un eventuale incidente: e’ quanto emerge dal rapporto della Commissione sulla sicurezza dei reattori in Germania (Rsk) presentato oggi a Berlino dal ministro dell’Ambiente, Norbert Roettgen.
Il documento, frutto del lavoro di sei settimane da parte della Commissione voluta dalla cancelliera Angela Merkel, indica inoltre che i sette impianti piu’ vecchi del paese non sono protetti nemmeno contro l’eventuale impatto di aerei di dimensioni piu’ piccole, o lo sono in modo insufficiente.

(Fonte ANSA) - fermiamoilnucleare.it

E vai, spifferatelo a tutti così a qualcuno gli vien voglia ................ i chitestramurt.
Sono a favore della chiusura di tutte le centrali nucleari esistenti nel mondo.
avatar
NEW BLU GENERATION
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2531
Data d'iscrizione : 10.08.09
Età : 39
Località : ANDRIA (AD)

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  In The Main il Gio Mag 19, 2011 8:39 am

Referendum del 12 e 13 Giugno...per saperne di più!
Questa sera incontro tra i gruppi consiliari d’opposizione e la dottoressa Rossella Miracapillo del Movimento Consumatori.



Questa sera, alle ore 20 e 30, c/o la sede del movimento Andria3 in via Porta la Barra 7, gruppi e movimenti politici (Andria3, SeL, IdV, L’alternativa, La risposta per Andria, PD), nonché tutti i cittadini interessati, incontrano Rossella Miracapillo, coordinatrice regionale e presidente della sezione andriese del Movimento Consumatori, a favore dei referendum del 12 e 13 Giugno.

"Manca meno di un mese ormai -sottolinea la nota stampa della segreteria cittadina del movimento politico culturale "Andria3"- ad un appuntamento in cui, come liberi cittadini, saremo chiamati ad esprimerci su argomenti estremamente importanti per il nostro futuro: l'acqua e l'energia nucleare. Da cittadini informati, potremmo meglio influenzare le scelte del governo nazionale, che sta facendo di tutto per "oscurare" l'informazione pubblica al riguardo dei referendum.
Per questo è stato organizzato l'incontro di questa sera, per cercare di informarci al meglio al fine di poter divulgare i contenuti della proposta referendaria".

andrialive.it
avatar
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2026
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  In The Main il Ven Mag 27, 2011 7:57 am

Napolitano promulga la legge di conversione del Dl Omnibus

Roma, 26-05-2011

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha promulgato la legge di conversione del Dl Omnibus.
Il si' definitivo dell'Aula della Camera al decreto legge omnibus che contiene, fra l'altro, le norme che sostanzialmente vanificano il referendum sul nucleare, era arrivato ieri con 301 si', 280 no e due astenuti.
Il presidente della Repubblica ha promulgato il Decreto Legge omnibus non avendo riscontrato motivi di incostituzionalita'. Quanto agli effetti che la nuova normativa potra' avere sullo svolgimento del referendum sul nucleare, negli ambienti del Quirinale si fa osservare che la valutazione spetta alla Corte di Cassazione, in base ad una sentenza, la n.68 del 1978 che fissa la procedura. Spetta all'ufficio centrale elettorale presso la Corte di Cassazione valutare se sia possibile o meno il trasferimento degli effetti delle nuove norme sui quesiti referendari.

rainews24.rai.it

_______________________________________________________________________________

Referendum Nucleare: WWF si appella a Napolitano

Data: 27/05/2011

Il Governo, che ha posto la fiducia sul decreto legge Omnibus, approvato ieri dall’Aula di Montecitorio, dimostra che in materia di nucleare non solo non si fida degli italiani, ma neanche del Parlamento: la sovranità popolare (diretta e indiretta) è definitivamente calpestata dall’Esecutivo.

E’ per questo che il presidente del WWF Italia, Stefano Leoni, ha inviato una lettera al Capo dello Stato, che dovrà promulgare la legge di conversione del decreto Omnibus, che contiene la norma-bluff per disattivare il quesito referendario, mantenendo il rilancio del nucleare.

Nella lettera il WWF solleva due questioni di fondo:

1. Il Governo con un proprio emendamento presentato nel corso dell’iter di conversione del decreto legge – in questo modo aggirando il preventivo esame del Presidente della Repubblica in sede di emanazione – e definitivamente approvato dal Parlamento con il voto di fiducia posto dall’Esecutivo, può impedire agli italiani di pronunciarsi sul referendum?

2. Questa modalità di operare del Governo è costituzionalmente compatibile con l’istituto referendario quale tipico mezzo di esercizio della sovranità popolare?


Il WWF nella sua lettera, rimandando rispettosamente la decisione al Capo dello Stato, si permette di osservare che:

1. con l’inserimento di un emendamento in un decreto legge su cui si pone la fiducia, il Governo di fatto elude il vaglio preventivo del Presidente della Repubblica sui decreti legge e comprime il ruolo del Parlamento, come fatto notare dal Capo dello Stato, lo scorso 22 febbraio in occasione della fiducia sul decreto legge milleproroghe;

2. la Corte Costituzionale ha posto la sua attenzione sulle leggi che modificano norme sottoposte a referendum, rilevando come, da un lato, si debbano rispettare i “principi ispiratori” dei promotori dei quesiti, e, dall’altro, si debbano valutare le reali “intenzioni del legislatore”, che non possono essere finalizzate solo a bloccare l’esercizio della sovranità popolare.

È questa, secondo il WWF, esattamente la fotografia dell’atteggiamento dell’Esecutivo sul nucleare.

Prima, osserva l’associazione, con un proprio emendamento all’originario decreto legge, il Governo ha trasformato l’iniziale sospensione del programma in materia di energia nucleare in una abrogazione di facciata delle norme oggetto del referendum del 12 e 13 giugno: tutto ciò con il solo obiettivo di non permettere agli italiani di esprimersi sul quesito referendario, mantenendo però l’obiettivo del rilancio della strategia nucleare.

Poi, ponendo la questione di fiducia sulla conversione del decreto legge, a meno di due settimane dalla consultazione referendaria, ha definitivamente alterato il normale confronto parlamentare e impedito agli italiani di pronunciarsi con il proprio voto.

Fonte: WWF - confinionline.it
avatar
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2026
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  Vois il Ven Mag 27, 2011 11:13 am

SI SI SI SI
avatar
Vois
Mozzo
Mozzo

Numero di messaggi : 87
Data d'iscrizione : 16.06.08
Età : 39
Località : Andriese e me ne VANTO 1312 CENONE LIBERO

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  bender il Ven Mag 27, 2011 4:12 pm

In The Main ha scritto:Niente spot e nessun tabellone per le pubbliche affissioni
"Un silenzio imbarazzante: bavaglio alla democrazia?"

Questi comitati non sanno, forse, che spot e affissioni SI PAGANO!

Se vogliono fare le affissioni o vogliono gli spot, pagassero!
avatar
bender
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 3158
Data d'iscrizione : 15.06.08
Età : 41
Località : Andria - Bari

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  In The Main il Ven Mag 27, 2011 5:25 pm

bender ha scritto:
In The Main ha scritto:Niente spot e nessun tabellone per le pubbliche affissioni
"Un silenzio imbarazzante: bavaglio alla democrazia?"

Questi comitati non sanno, forse, che spot e affissioni SI PAGANO!

Se vogliono fare le affissioni o vogliono gli spot, pagassero!

ma per favore....forse sei di parte, ma difendi l'indifendibile
avatar
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2026
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  bender il Sab Mag 28, 2011 12:02 am

Io parlo con cognizione di causa, e funziona così!

Può piacere o non piacere, ma funziona così!
avatar
bender
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 3158
Data d'iscrizione : 15.06.08
Età : 41
Località : Andria - Bari

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  In The Main il Sab Mag 28, 2011 7:19 am

bender ha scritto:Io parlo con cognizione di causa, e funziona così!

Può piacere o non piacere, ma funziona così!

ok..quando sarai più obiettivo magari ne riparliamo...
avatar
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2026
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  NETIUM il Sab Mag 28, 2011 7:46 am

bender ha scritto:
In The Main ha scritto:Niente spot e nessun tabellone per le pubbliche affissioni
"Un silenzio imbarazzante: bavaglio alla democrazia?"

Questi comitati non sanno, forse, che spot e affissioni SI PAGANO!

Se vogliono fare le affissioni o vogliono gli spot, pagassero!

anche i partiti politici fanno spot, affissioni anche pubbliche, con i soldi che ricevono dai rimborsi elettorali..
avatar
NETIUM
Cannoniere
Cannoniere

Numero di messaggi : 714
Data d'iscrizione : 17.06.08
Età : 34
Località : ANDRIA

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  bender il Sab Mag 28, 2011 8:45 am

Esatto!

Anche i comitati ricevono fondi....
avatar
bender
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 3158
Data d'iscrizione : 15.06.08
Età : 41
Località : Andria - Bari

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  NETIUM il Sab Mag 28, 2011 11:03 am

bender ha scritto:Esatto!

Anche i comitati ricevono fondi....

non tutti, a volte qualcuno ha anche il buon senso di rinunciare ai fondi pubblici
avatar
NETIUM
Cannoniere
Cannoniere

Numero di messaggi : 714
Data d'iscrizione : 17.06.08
Età : 34
Località : ANDRIA

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  dj_miki il Sab Mag 28, 2011 11:32 am


_________________
chi si accontenta gode, chi gode non si accontenta maiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
avatar
dj_miki
Admin
Admin

Numero di messaggi : 3556
Data d'iscrizione : 22.04.09
Località : ANDRIA

Visualizza il profilo dell'utente http://www.futsalandria.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  In The Main il Lun Mag 30, 2011 3:08 pm

Perché bisogna votare sì al referendum per l’abolizione del legittimo impedimento?

Perché la legge è uguale per tutti, anche per Silvio Berlusconi. Quando smette di esserlo è segno che non c’è più democrazia.
Perché se chi governa un paese è accusato di un crimine ha il diritto e il dovere di difendersi. Ma nel processo non dal processo.
Perché se al governo c’è un mascalzone i cittadini devono saperlo subito. Non dopo che ha lasciato il governo, quando il danno è già stato fatto.
Perché chi sta al governo deve fare leggi che servono al Paese e ai cittadini. Non a se stesso.
Perché assumere cariche pubbliche è una responsabilità che impone comportamenti trasparenti. Non un privilegio che regala l’impunità ai potenti.
Perché è una legge iniqua e ingiusta. Ma noi possiamo cancellarla.
Perché è il solo modo democratico per dimostrare che la maggioranza degli italiani non vuole più Silvio Berlusconi al governo e per mandarlo a casa subito!!!!!

sireferendum2011.it
avatar
In The Main
Capitano
Capitano

Numero di messaggi : 2026
Data d'iscrizione : 18.09.08
Località : Andria

Visualizza il profilo dell'utente

Torna in alto Andare in basso

Re: Referendum 12-13 Giugno 2011

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum